Ambulatorio Specialistico di Isteroscopia

RESPONSABILE del SETTORE
Dr.
Medico Chirurgo specializzato in Ostetricia e Ginecologia
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


Informazioni sulle Prestazioni
Prestazione Giorni di esecuzione Tempo medio di attesa Prenotazione
Mutuabile
Isteroscopia Giovedì 5 giorni
Necessaria
NO

L’isteroscopia è una tecnica mini-invasiva endoscopica che, attraverso l’uso di un’ottica con telecamera sottilissima e di strumenti adeguati, consente di diagnosticare (isteroscopia diagnostica) e curare (isteroscopia operativa) diverse condizioni patologiche.
L’isteroscopia diagnostica diviene utile nel caso di sanguinamenti uterini anomali, tanto nell'età fertile quanto e soprattutto dopo la menopausa, ed è possibile evidenziare malformazioni uterine come setti, patologie della cavità dell’utero come polipi, fibromi, iperplasie o in alcuni casi tumori maligni.
Presso l’Istituto Diagnostico Varelli e' possibile, dietro indicazione medica da parte del ginecologo o dopo controlli ginecologici di routine, effettuare l’isteroscopia diagnostica in regime di Day Surgery (senza ricovero). La procedura strumentale può durare da 5 a 20 minuti.
Isteroscopia Diagnostica, quando farla.
  • Sanguinamento aspecifico, per poter indagare e scoprirne la causa, sia in età fertile che in pre o post menopausa;
  • Infertilità o poliabortività, per poter valutare la presenza di polipi o aderenze che interferiscono con l’attecchimento dell’embrione e in generale prima di una tecnica di fecondazione assistita;
  • Controlli successivi (follow up) ad interventi oncologici sull’utero, stadiazione dei tumori uterini o monitoraggio di pazienti a rischio, dopo raschiamento;
  • Approfondimento in caso di un reperto ecografico dubbio;
  • Prima di un intervento chirurgico invasivo.
Isteroscopia Operativa, quando farla.
  • Rimozione di polipi endometriali o cervicali (formazioni generalmente di natura benigna che si localizzano a livello dell’endometrio o della cervice dell’utero; spesso asintomatici, talvolta si manifestano con piccoli sanguinamenti), individuati con una precedente isteroscopia diagnostica o tramite ecografia transvaginale;
  • Biposie;
  • Rimozione di fibromi o miomi sottomucosi, se non superano il diametro di 1,5 cm
  • Lisi (rottura) delle aderenze, spesso causate da infezioni pregresse;
  • Iperplasia endometriale, nel caso in cui si renda necessaria una ablazione (rimozione) del tessuto endometriosico;
  • Rimozione di dispositivi intrauterini o parti di essi;
  • Metroplastica, ossia la rimozione di un setto uterino, che non rende la cavità uniforme e che interferisce con l’istaurarsi di una gravidanza;
  • Rimozione di residui placentari o di materiale abortivo.
Quando eseguire l'esame.
E’ necessario fare una distinzione tra donne in età fertile e donne in menopausa.

Nel primo caso, la procedura potrà essere eseguita immediatamente dopo il termine della mestruazione, quindi dal 4 al 12 giorno del ciclo. In questa fase, infatti, non solo si è certi che la paziente non è incinta ma si ha una visione migliore della cavità e dell’endometrio.

Se la paziente è in menopausa, non ci sono giorni prestabiliti.
Istituto Diagnostico Varelli S.r.l.
Via Cornelia dei Gracchi, 65 - 80126 Napoli - Segreteria Pazienti 081 767.22.02 | Fax 081 715.97.21