news    -        -  - -

Progetto Salute Vescica

Responsabile del settore


Dr. Marco Varelli
Medico Chirurgo specializzato in Radiologia Medica

Per contatti


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per maggiori informazioni

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



Entro il 2030 si prevede che l’incidenza annuale del cancro alla vescica aumenti a 219.000 casi, in continuo aumento rispetto agli anni passati.
Ad oggi esiste un test che consente di eseguire screening e diagnosi precoce in maniera non invasiva da un semplice campione di urine, con performance eccellenti, evitando la cistoscopia. Chi è a maggior rischio:
  • Pazienti di età >60 anni fumatori da 10 anni;
  • Pazienti con ematuria persistente.

Il test consiste in un’analisi genetica di 2 mRNA correlati con lesioni tumorali di alto e basso grado.


TEST DI SCREENING
La sensibilità è stata ottimizzata per assicurare che i pazienti con cancro alla vescica in tutti gli stadi e gradi abbiano la maggiore possibilità di ricevere una diagnosi corretta.

Il Test presenta un’elevata sensibilità e un elevato valore predittivo negativo.

  Performance del Test di Screening di diagnosi precoce del tumore della vescica rispetto a citoscopia/istologia
  (N=897 soggetti di studio) Totale Basso grado Alto grado
 Sensibilità 75,8 % 52,2 % 88,4 %
 Specificità 84,6 % N/D N/D
* Per informazioni complete sulle prestazioni, fare riferimento al foglietto illustrativo

L' NPV del Test di Screening del tumore alla vescica è del 97,8%
Ciò significa che tra coloro che ottengono un risultato negativo del test, la probabilità di essere davvero liberi dalla malattia è del 97,8%



COME EFFETTUARE IL TEST
 

Il test è molto semplice sia per il medico che per il paziente.
I pazienti devono solo fornire un campione di urina.

Ottenere un campione di urina di almeno 4,5mL nel bicchiere primario di raccolta.
Procurarsi un kit di trasporto di urina con reagente dedicato Xpert®.
Capovolgere il bicchiere per tre volte per miscelare l’urina.
Usare la pipetta di trasferimento monouso fornita nel kit con il reagente per il trasporto di urina Xpert nel sacchetto con la provetta. NOTA: non usare la pipetta del kit del saggio.
Introdurre la pipetta di trasferimento nel fondo del bicchiere contenente l’urina.
Trasferire circa 4,0 mL di urina in modo che il volume raggiunga la linea nera sull’etichetta della provetta.
Rimettere il tappo sulla provetta con reagente per il trasporto dell’urina Xpert e chiudere ermeticamente. Etichettarla correttamente e trasferirla nell’area di preparazione della cartuccia GeneXpert.®