VideoConsulti   -  news   -              

Test sierologici IGG/IGM per covid


Responsabile del settore


Dr. Marco Varelli
Medico Chirurgo specializzato in Biochimica Clinica

Per contatti


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per maggiori informazioni

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Prelievi in via Cornelia dei Gracchi (sede centrale)
Prestazione Giorni di esecuzione / Orari Prenotazione Mutuabile
Test sierologici IgG IgM Dal Lunedì alla Domenica secondo orario prelievi NON Necessaria NO
Prelievi in tutte le sedi periferiche, tranne quella di Pianura (Traversa II Trencia)
Prestazione Giorni di esecuzione / Orari Prenotazione Mutuabile
Test sierologici IgG IgM Dal Lunedì al Sabato secondo orario prelievi del centro  NON Necessaria NO
E' ATTIVA UNA CONVENZIONE RISERVATA A MEDICI E OPERATORI SANITARI
Esibendo il tesserino ospedaliero o documentazione attestante la professione
E' possibile richiedere il prelievo domiciliare
Facciamo chiarezza
Il nuovo test sierologico Anti Proteina Spike SARS COV 2 è in grado di dosare (identificare) le IGG quantitative (ovvero gli anticorpi che si formano dopo aver contratto la malattia e dopo essersi VACCINATI) e le IGM semiquantitative dirette contro la proteina spike (il principale meccanismo che il virus utilizza per infettare le cellule).
Questo test, inoltre, è utile anche per conoscere il dosaggio degli anticorpi dopo la vaccinazione (Pfizer - Moderna - Astra Zeneca - Jonhson & Jonhson).
L’Istituto Varelli ha scelto di eseguire test sierologici quantitativi
CERTIFICATI E VALIDATI DAL MINISTERO DELLA SALUTE

Presso la sede centrale, in via Cornelia dei Gracchi :

  • I prelievi saranno eseguiti senza necessità di prenotazione
  • Per effettuare il test non è necessario osservare il digiuno
  • Il referto sarà consegnato esclusivamente tramite la nostra refertazione online* Clicca qui o eventualmente tramite mail
  • E' richiesta la compilazione del Modulo di consenso scaricabile tramite questo link
* Sulla ricevuta di pagamento troverete il numero di protocollo e la password, dati necessari per la consultazione e il download dei referti.

Quando è opportuno eseguire il Test
Per identificare l’infezione da SARS-CoV-2 si ritiene che siano necessari 7-11 giorni dopo l'esposizione al virus. Questo lasso di tempo consente di individuare una risposta anticorpale rilevabile e quantificabile. I test sierologici non sono pertanto utili nel contesto di una malattia acuta ma sono indicati per pazienti potenzialmente esposti al contagio o nel caso di soggetti che, pur avendo contratto infezione, hanno manifestato sintomi trascurabili o addirittura sono risultati asintomatici. Il test, inoltre, eseguito in fase acuta unitamente al tampone, ne migliora l’accuratezza diagnostica.
Quali informazioni dà il Test
Come per tutte le infezioni virali, anche nel caso di infezione da Coronavirus il sistema immunitario produce anticorpi diretti verso le proteine dell’involucro virale. Alcuni di questi anticorpi, detti IgM, sono prodotti nella fase iniziale dell’infezione, si ritrovano nel sangue a partire dal quarto - quinto giorno dopo la comparsa dei sintomi e tendono poi a scomparire nel giro di qualche settimana. Altri anticorpi, detti IgG, sono prodotti tardivamente e si ritrovano nel sangue dopo un paio di settimane dalla comparsa dei sintomi (ma possono comparire anche prima) e permangono poi per molto tempo.
Il test sierologico può dare esiti diversi

Raccomandazioni
In presenza di sintomi conclamati come ad esempio febbre, tosse, affanno, è consigliato non fare il test sierologico ma rivolgersi subito alle Autorità Sanitarie per ottenere una valutazione ed un’assistenza adeguata.  Se l’esito del test è negativo è opportuno ripeterlo dopo 7 giorni per scongiurare un eventuale periodo di incubazione.

Notizie Utili


Mancanza di prove su effetto dannoso di ACE-i e ARB

I pazienti che assumono ACE-inibitori o bloccanti del recettore dell'angiotensina continuino il trattamento in corso!

Il Council on Hypertension dell' European Society of Cardiology raccomanda vivamente che medici e pazienti continuino il trattamento con la loro solita terapia antiipertensiva, poichè non vi sono prove cliniche o scientifiche che suggeriscano che il trattamento con ACEi o ARB debba essere interrotto a causa dell' infezione da COVID-19

Cliccate sull'immagine a lato per leggere la lettera del Presidente dell'ESC Council on Hypertension
il Prof. Giovanni de Simone



Proroga di due mesi per piani terapeutici in scadenza a Marzo

Per limitare gli accessi presso gli ambulatori e/o i centri prescrittori in via del tutto straordinaria si autorizza:

  • la proroga di due mesi dei MUP/PT (farmaci A-PHT, Fascia H esitabili e Fascia A)in scadenza a partire dal 9 marzo;
  • per i farmaci sottoposti a registro AIFA con dispensazione, farà fede il rinnovo on line;
  • per il rinnovo dei piani terapeutici AIFA web-based (es. NAO) il clinico potrà rinnovare il PT AIFA on line alla fine del periodo di proroga.


Cliccate sull'immagine a lato per leggere la comunicazione della Regione Campania

Raccomandazioni Cardio
 

Gestione rifiuti domestici

In questa tabella sono elencati i nuovi modi di differenziare i rifiuti domenstici in caso di positività al COVID-19 o quarantena obbligatoria

Anche nel caso in cui non si risultasse positivi o non si debba osservare la quarantena obbligatoria, si raccomanda di utilizzare la raccolta indifferenziata per mascherine e guanti protettivi e per la raccolta indifferenziata si consiglia l'utilizzo di più sacchetti messi l'uno nell'altro.

Cliccate sull'immagine a lato per conoscere come differenziare i rifiuti in caso di positività o negatività del tampone